obr marche

MONITORAGGIO VALUTATIVO

Titolo Descrizione Dimensione File
Monitoraggio Valutativo - Articolazioni Territoriali a confronto con interviste a Carlo Cipriani, AT Marche e Daniele Botti, AT Emilia Romagna

Intervista al Presidente dell’AT Marche, Carlo Cipriani

 

Carlo Cipriani

Intervista al Presidente dell’AT Marche, Carlo Cipriani

Qual è il vantaggio per l'Articolazione Territoriale (e per gli stakeholder) nella partecipazione alle attività di Monitoraggio Valutativo (M.V.)?
“Il M.V. è stato uno strumento utile a valutare la qualità della formazione, consentendo di raffinare l’offerta formativa erogata dal fondo, attivando un confronto virtuoso fra le specificità dei vari territori, renderla quindi più efficace e complementare rispetto a quella erogata delle istituzioni regionali, consentendo alle imprese di poter contare su un’offerta formativa più ampia”.

Il sistema formativo e le aziende del territorio che vantaggi possono trarre dalle esperienze formative (buone prassi) raccolte?
“I risultati prodotti dal M.V. evidenziano l’importanza della condivisione delle buone prassi e di idee innovative per ottenere una formazione continua in grado di rispondere in modo nuovoai fabbisogni dell’impresa. I dati raccolti confermano che la formazione mirata e di qualità rappresenta il trampolino di lancio per accelerare il processo di innovazione tecnologica ed organizzativa, consentendo alle aziende di adeguare tempestivamente le competenze dei lavoratori alle esigenze di un contesto in forte cambiamento”.

Dalle esperienze formative rilevate direttamente presso le aziende, quali sono i fattori/indicatori della buona formazione, ossia di una formazione che possa intendersi di qualità?
“Dai risultati prodotti si evince che l’individualizzazione dei processi di analisi dei fabbisogni formativi, della progettazione didattica e delle metodologie di apprendimento, consente di rispondere con anticipo ai fabbisogni di competenze, favorendo lo sviluppo dell’innovazione. Nell'attuale contesto competitivo queste modalità sembrano rispondere in modo più adeguato alle esigenze di crescita aziendali sia dal punto di vista degli obiettivi formativi sia in correlazione con gli investimenti effettuati dall’azienda, favorendo così una maggiore efficienza produttiva e competitiva”.


Intervista al Presidente dell’AT Emilia-Romagna, Daniele Botti


Qual è il vantaggio per l'Articolazione Territoriale (e per gli stakeholder) nella partecipazione alle attività di Monitoraggio Valutativo?
“Il Monitoraggio Valutativo è un’ottima occasione per approfondire la capacità delle attività formative realizzate di rafforzare l’occupabilità dei lavoratori e favorire la crescita delle imprese, comprendendo come dare risposte sempre più efficaci ai loro fabbisogni”.

il sistema formativo e le aziende del territorio che vantaggi possono trarre dalle esperienze formative (buone prassi) raccolte?
“La condivisione di buone prassi formative e la diffusione della conoscenza sulle competenze più richieste permettono di alimentare un circuito virtuoso, tanto nei contenuti quanto nella modalità di organizzazione ed erogazione della formazione”.

Dalle esperienze formative rilevate direttamente presso le aziende, quali sono i fattori/indicatori della buona formazione, ossia di una formazione che possa intendersi di qualità?
“La formazione di qualità è quella che riesce a rispondere alle reali e specifiche esigenze di imprese e lavoratori. Due sono i passaggi da attenzionare fortemente: l’analisi dei fabbisogni, che deve essere adeguata e approfondita, e la trasferibilità della formazione ai processi aziendali e alla quotidianità del lavorare”.

214.38Kb Monitoraggio Valutativo - Articolazioni Territoriali a confronto con interviste a Carlo Cipriani, AT Marche e Daniele Botti, AT Emilia Romagna
Monitoraggio Valutativo - Rapporto territoriale Regione Marche  In evidenza

Immagine 2021 02 02 103844


L'articolazione Territoriale delle Marche, nel corso del 2019, ha selezionato alcune esperienze delle aziende che hanno partecipato ai piani formativi finanziati da Fondimpresa tramite i canali del Conto di Sistema e Conto Formazione.

In particolare, il Monitoraggio 2019 si prefigge di analizzare non solo l’efficacia della formazione erogata dall’azienda verso i suoi dipendenti, ma anche la possibilità di considerare il singolo piano formativo come buona prassi che possa essere trasferita e diffusa, tanto da essere considerato uno strumento innovativo utile a favorire un cambiamento strutturale e innovativo per tutto il variegato e complesso sistema della formazione aziendale.

Le tematiche formative oggetto delle interviste sono state prevamlentemente l'innovazione digitale, tecnologica e di processo e di prodotto e le politiche attive del lavoro.

E' disponibile il Rapporto Territoriale delle Regione Marche realizzato dal dott. Marco Refe per l'anno 2019.

157.79Kb Monitoraggio Valutativo  - Rapporto territoriale Regione Marche
Valutazione delle ricadute delle attività formative Fondimpresa

2017 - RAPPORTO in cui vengono analizzati i risultati del monitoraggio dell’attività formativa finanziata da Fondimpresa nelle Marche con riferimento all'anno 2015

2846.54Kb  Valutazione delle ricadute delle attività formative Fondimpresa
Valutazione delle ricadute delle attività formative Fondimpresa

2016 - RAPPORTO in cui vengono analizzati i risultati del monitoraggio dell’attività formativa finanziata da Fondimpresa nelle Marche con riferimento all'anno 2014

1952.75Kb Valutazione delle ricadute delle attività formative Fondimpresa
Analisi dei fabbisogni formativi delle imprese relativi ai processi di internazionalizzazione

2015 - RICERCA in cui vengono esaminati i principali risultati della ricerca finalizzata all’analisi dei fabbisogni formativi delle imprese marchigiane connessi ai processi di internazionalizzazione, con l’obiettivo di definire un’offerta formativa rispondente alle necessità delle aziende stesse, sia in termini di tematiche da affrontare, sia di modalità di erogazione

596.87Kb Analisi dei fabbisogni formativi delle imprese relativi ai processi di internazionalizzazione
Ricerca e innovazione: le opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche

2015 - PRESENTAZIONE sulle opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche. Visione strategica. Le aree di specializzazione. Smart Specialisation Strategy. Priorità. Opportunità - Patrizia Sopranzi (Regione Marche)

277Kb Ricerca e innovazione: le opportunità comunitarie per rilanciare la competitività del Sistema Marche
Powered by Simple File Manager
logo3

ORGANISMO BILATERALE
REGIONE MARCHE

c/o Confindustria Marche Via R. Bianchi, snc
60131 Ancona
Tel. 071.2900794
obrm@confindustria.marche.it